Liburna terra, tra sfortuna e conferme

Ricca M. 9 aprile 2014 0
Liburna terra, tra sfortuna e conferme

Mentre in contemporanea nel Ponente Ligure si festeggiava la grande prestazione degli equipaggi Proracing al rally di Sanremo, in Toscana gli specialisti della terra si davano battaglia in quella che è stata una delle prove più mitiche del rally mondiale di Sanremo, che fin laggiù si spingeva: Ulignano. Il rally Liburna Terra è stato anche quest anno la gara conclusiva del trofeo Raceday riservato alle Ronde su terra e ha visto la partecipazione di 4 equipaggi della scuderia.

Mancano purtroppo all’arrivo i due equipaggi di punta entrambi su Mitsubishi Lancer Evo9: Bolognesi-Baldi si fermavano nel corso della prima prova per problemi al motore, mentre noi alla trasmissione fermavano Marcori-Biagi nelle fasi finali della gara quando occupavano una buona 15° posizione assoluta.

Festeggiano l’arrivo invece Mannucci-Bicchielli che chiudono in 7° posizione di classe N2, mentre Morgantini-Oretti vincono la classe A5 confermandosi l’equipaggio di riferimento in questa classe sulla terra, nonostante abbiano a disposizione un’auto decisamente datata, la mitica Peugeot 205 rally. Per loro, arriva anche la vittoria del raggruppamento H del trofeo, già conquistata negli anni passati. Bravo “Betullo”!!

Rispondi »